LE STAGIONI DELL’ARMOCROMIA

Le-stagioni-dellarmocromia-di-Lisa-Campolunghi

Poco tempo fa abbiamo parlato di cos’è l’Armocromia e del perché non potrete più farne a meno, oggi scopriamo come riconoscere le differenti stagioni e come capire a quale apparteniamo.

Le stagioni dell’Armocromia

Le stagioni dell’Armocromia sono quattro e vengono identificate con i nomi delle stagioni atmosferiche: primavera, autunno, estate e inverno. Come accade nel meteo avremo due stagioni calde e due fredde, ma fate molta attenzione…in Armocromia le stagioni calde sono autunno e primavera e quelle fredde sono estate e inverno. Non dimenticate che il mese di nascita non c’entra assolutamente nulla, le stagione dell’Armocromia riguardano i propri colori naturali.

Per determinare a quale apparteniamo dobbiamo individuare quattro variabili tra loro indipendenti, più precisamente:

  1. Sottotono
  2. Intensità
  3. Contrasto
  4. Valore cromatico.

Non è così semplice come si possa pensare. Ogni seduta richiede tempo e l’esperienza è fondamentale. Basta veramente poco per determinare caldo un sottotono solo perché giallino, quando invece il sottotono è freddo e il sovratono caldo. Un solo errore può collocarvi nella stagione errata e ciò vi porterebbe a costruire un guardaroba basato su colori non valorizzanti, direi che potrebbe essere davvero controproducente. Rischiereste di fare investimenti sbagliati ed in questo modo perdere tempo per shopping non necessario, spazio nel guardaroba e soprattutto soldi per acquisti sbagliati. Se non siete assolutamente certe della vostra stagione di appartenenze affidatevi ad una professionista, per saperne di più cliccate qui o scrivetemi qui.

Armocromia: come riconoscere le quattro stagioni?

Come abbiamo anticipato le stagioni sono quattro, ma ognuna di esse è formata da altrettanti sottogruppi. Andiamo con ordine…

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *